Stai zitta, e perché?

Michela Murgia
Stai zitta
Einaudi, Roma, 2021

Le donne, anche se raggiungono obiettivi ambiziosi, sono sempre “ragazze”, “signore” e “signorine”. E sulla stampa i loro titoli scompaiono e diventano Maria, Simona, Anna… o peggio ancora mamme. 

Con la maternità Samantha Cristoforetti è passata da AstroSamantha ad AstroMamma.Nessun astronauta è stato “battezzato” né nel primo né nel secondo modo.  Se sei donna in carriera ma sei anche madre diventi più rassicurante: «C’è un’ossessione della mammizzazione delle donne che arrivano all’apice che è parossistica» e questo in tutti i campi, dalla politica all’economia, dalla scienza allo sport. 

Quando esponiamo con chiarezza e fermezza le nostre idee o opinioni, subito le parole si ergono a barriera: «Calmati» oppure «Hai ragione ma sbagli i toni». Si arriva sino a sbandierare lo spettro della “zitellaggine”: se parli in questo modo spaventerai gli uomini e resterai sola. 

Michela Murgia analizza altre frasi ricorrenti nel nostro quotidiano: «Le donne sono le peggiori nemiche delle altre donne», «Io non sono maschilista», «La colpa è delle madri», «Non è roba da donne». 

E poi per giustificare avance e molestie indesiderate: «Era solo un complimento», «Preferiresti passare inosservata?». Peccato che, ancora, molte e molti non abbiano compreso che è proprio da queste frasi e da altre similari che parte la cultura dello stupro. 

Parole, parole e ancora parole. 

Parole che paiono inoffensive e innocue e che invece denunciano come la società italiana sia ancora pervasa da quel patriarcato che soffoca la nostra quotidianità. 

Parole come radici da cui germogliano piante di discriminazione di genere. 
Parole che non vogliamo più sentire. 
Parole che non dobbiamo più accettare. 

Ne consiglio la lettura!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...